[ADOTTATA] COCÒ, rimasta immobile per due giorni laddove l'avevano abbandonata

>> lunedì 15 novembre 2010

BERGAMO
Risulta adottata in primavera!
Cocò è bellissima, una gatta rossa tigrata con grandi occhi verdi. Sicuramente Cocò è sempre vissuta in casa e mangiava molto, è una gatta un po’ in sovrappeso, che si è vista portare una mattina in un cortile sconosciuto di un paese sconosciuto. La macchina con i suoi amati padroni si è allontanata e la piccola non si è mossa, per due giorni è rimasta immobile in quel cortile; forse Cocò aspettava che tornassero a riprenderla, ma non è stato così. È stata presa da sconosciuti, impietositi, che l’hanno portata in gattile. Cocò è molto bella e dolcissima, appena vede che ti interessi a lei fa le fusa, ti guarda, si mette con la sua pancetta all’aria in attesa delle coccole che lei è certa che arriveranno. Ma in gattile non ci sono grandi motivi di felicità, vi sono gabbie di ferro, solitudine, in quelle due stanzette piene di gabbie il sole non entra e i piccoli non possono vedere fuori, non possono passeggiare o camminare, il verde, un po’ di erbetta, una pianta, non li possono né vedere né annusare. Per loro il mondo non esiste più, vedono solo delle strette gabbie. Vi preghiamo di dare una casa alla gatta Cocò, è dolcissima, sempre vissuta a contatto con l’uomo, rinchiuderla in una gabbia per lei è una sofferenza. La piccola in una famiglia sarebbe felice e voi lo sareste sicuramente con lei. Cocò potrebbe stare in uno dei libri illustrati di Beatrix Potter, una gatta morbida, grande, un po’ magica, che ci tiene compagnia con dolcezza nelle sere d’inverno su un cuscino. Salvatela non lasciate che passi il suo primo inverno rinchiusa; il vostro inverno, con Cocò ai vostri piedi, sarà meno freddo, più luminoso.

4 commenti:

anna.solza 18 novembre 2010 14:22  

Quel gattino nel cestino, mi innamora! Ci gioco e penso a quante di queste creature si trovano in difficoltà, abbandonate, ferite, maltrattate. E ringrazio Barbara per questo blog e per la visibilità che dà a tante storie che altrimenti passerebbero inosservate e lascerebbero questi esseri indifesi nel loro tragico vivere quotidiano. Sono convinta che in ogni casa c'è posto per un gatto (o un cane) e che con la loro vicinanza l'essere umano diventerebbe più buono e scoprirebbe quanto poco basta per far felice qualcuno. Auguro a tutti di provare, accarezzando una testolina pelosa, un amore ma così grande da meravigliare! Accogliete questi nostri amici pelosetti, date loro il conforto e la sicurezza di una casa: Vi stupirete di come sarete contraccambiati! Un abbraccio a Barbara. Laura

Antebar 18 novembre 2010 23:49  

Il micetto nel cesto è a immagine e somiglanza del mio Moka, che è scatenatissimo nonostante abbia solo tre zampette! :D
Come sempre hai scritto cose bellissime e sacrosante, Laura: spero di far decollare questo blog come quello dedicato ai cani, perché anche i mici hanno tanto tantissimo bisogno e i vecchietti in particolare meritano d'esser visti e conosciuti in rete. Tentar non nuoce, mai! :-)

Un abbraccio fortissimo!

Alba Cornelia 24 settembre 2011 21:20  

ADOTTATA!!!!

Antebar 3 ottobre 2011 15:17  

Mi scuso anche qui per aver visto solo oggi le belle notizie su Cocò e Matilde: ti sono tanto, tanto grata, è bello cominciare così la settimana :)

Un saluto e ancora grazie infinite!

Barbara

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP